Il meglio di spazioazzurro

Scrivi
la tua!
  • Angelo Di Lorenzo
    “Cari Amici di FI a proposito di " fatti e non parole" rinnoviamo l'adesione al ns. Partito se vogliamo concretizzare i nostri propositi e i nostri Valori”
  • andreina
    “si fanno belli col 40& di voti, ricordare che metà degli elettori non è andata a votare e comunque erano elezioni europee e la valenza è diversa.”
  • Quintino
    “Occhei su tutto, bene gli ottanta, parla bene, ma se nessuno ancora non investe un euro ci sara' pure una ragione. Noo? ”
  • Francesca Padovani
    “Ma come può L'Italia essere rispettata all'Estero con 3 presidenti del consiglio non eletti senza esperienza sapere e presenza in 2 parole inutili al paese ma costos”
  • Fabio piacentino
    “Ma per quale ragione dobbiamo continuare a sostenere Renzi anche solo per le riforme? Ma ci rendiamo conto che questo governo é fatto di incapaci? ”
  • Ermete
    “Il personale zavorra Alitalia non solo grava su tutti noi, peso morto nella trattativa e, ora anche con chi vola. Poveri arabi! ”
  • Nicola
    “Vado sul sito Pdl, subito dopo la scritta appare: 05-08-2014 S. Emidio Non lo riscontro altrove, nemmeno su Libero e il Giornale. Bravi! ”
  • Stefano X FI
    “Fiumicino : bagagli a terra.Che vergogna!Come vogliamo attrarre turisti in Italia? Triste come poche centinaia di persone possono recare danno a decine di migliaia.”
  • Alkampfer
    “Roma, Milano..con la sinistra cadono a pezzi. Tasse, clandestini, criminalità ovunque, allagamenti...E la cosa triste e grave è che la gente rivoterà sinistra!”
  • as libero
    “800 miliardi di spesa pubblica e non riescono a tagliarne 20? Cottarelli com Bondi tutti esperti...nel non fare. Meglio le tasse nell'attesa continuiamo a perdere tem”
  • LA BUFALA ELETTORAL
    “degli 80 euro è venuta a galla! Li avesse dati ai bisognosi,li avrebbero spesi !! Invece d darli per finta a chi ha un reddito,saccheggiandogli i risparmi e+ tasse”
  • angelo alighini
    “Le province non si votano più, il Senato anche lui, il presidente del Governo lo decidono loro allora hanno ragione a non andare a votare quasi metà popolazione.”
Non avere un lavoro è brutto, ma vivere dei redditi dei padri, dei mariti o dei nonni è comunque meglio che fare la fame (detto per inciso: vorrà dire qualcosa che l’occupazione autonoma fra gli immigrati aumenta, mentre fra gli italiani precipita?). Ecco perché, per vedere una reazione, penso che dovranno passare ancora alcuni anni.
Luca Ricolfi, La Stampa, 20 luglio 2014